I Giovedì Musicali 2018 – I Sopravvissuti del Titanic

Dettagli evento

  • giovedì | 15/03/2018
  • 19:00
  • PIAZZA TRIESTE E TRENTO N. 48, NAPOLI
  • 081426543

VIOLINO: AMLETO LIVIA
CLARINETTO: PEPPE PLAITANO
BANJO & GUITAR: VINCENZO BARBATO
C. BASSO: TOMMASO SCANNAPIECO

AMLETO LIVIA
Ha studiato violino al Conservatorio Statale di Musica“Giuseppe Martucci”di Salerno con il M°Roberto Bisello (1°violino del S. Carlo Napoli) e a Roma con l’insegnante Tina Staffieri (1°violino dell’Opera di Roma) inoltre ha studiato al Conservatorio “S.Pietro a Maiella” di Napoli percussioni con il celebre M°Antonio Buonomo. Si Diploma al conservatorio di musica “Giuseppe Martucci” con il M°Marco Di Giacomo.

GIUSEPPE (PEPPE) PLAITANO
Nel 1985 intraprende lo studio della musica classica e si diploma in clarinetto nell’anno 1990 presso il conservatorio statale di Musica “G.Martucci” di Salerno.
Dopo due anni (l’amore per il jazz nasce nel 1988 dopo aver ascoltato una cassetta di Henghel Gualdi) intraprende lo studio della musica jazz aggiungendo alla conoscenza del suo strumento lo studio dei sassofoni e del flauto, frequenta l’Universita della Musica di Roma dove acquisisce nozioni teorico – pratiche nonché di arrangiamento per Big Band e attinge dagli amici Salernitani i segreti insiti in questa musica.

VINCENZO BARBATO
Dopo varie esperienze nella musica leggera inizia il suo iter professionale nel campo jazzistico collaborando con il decano dei jazzisti italiani, Carlo Loffredo, con il quale si esibirà più volte nel corso degli anni. Nel 1996 e nel 1998 è invitato negli Stati Uniti dove si esibisce in teatri e locali in trio rivisitando i classici della canzone italiana e partenopea; proprio oltreoceano ha l’occasione di conoscere e di suonare con il grande chitarrista Bucky Pizzarelli.
Ha conosciuto e collaborato con numerosi musicisti della scena jazzistica italiana, tra cui Michele Pavese, Michael Supnick, Luca Velotti, Gianni Sanjust, Rossano Sportiello, Minnie Minoprio, Jimmy Polosa, Paolo Alderighi, Clive Riche, Bruno Longhi, Alessio Urso, Checco Coniglio, Ettore Zeppegno.

TOMMASO SCANNAPIECO
Nasce nel 1971 a Campagna (SA), in una famiglia di musicisti. Inizia da piccolo lo studio della musica. Anche lo studio del pianoforte influenzerà tutta la crescita del musicista.
Passato in seguito al basso elettrico col quale ha iniziato a muovere i suoi primi passi nell’ambiente professionistico. Iscrittosi al Conservatorio di Salerno, nel 1997 completa gli studi classici diplomandosi a pieni voti in Contrabbasso. Segue anche un corso di musica d’insieme nello stesso Istituto. Frequenta anche i corsi di Umbria Jazz e Siena Jazz.

 

REPERTORIO

Dixieland:
Bill Bailev
Chattanooga Choo Choo
Avalon
St. Louis Blues
Flintstone’s theme

Swing:
Pennsylvania 6-5000
I can’t give you anything but love
Cheek to Cheek
Love
Autumn Leaves
Oh Lady be good

Manouche:
Le Petit bal de la marine
Indifference
Nuages
Minor swing

Italian Swing:
Volare
Un bacio a mezzanotte
Non Dimenticar

Napoletan Swing:
Anema e core
Torna a Surriento
O surdate n’ammurate
O sole mio
Malafemmena

CONTRIBUTO PARTECIPATIVO

Intero: € 8
Ridotto: € 5
Under 15: gratuito
Abbonamento: € 60